GAY PRIDE – Campania

Campania: Approvata dalla VI Commissione la proposta di legge regionale su bullismo e cyberbullismo

Share the joy
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

28/03/2017 – Domani mercoledì 29 marzo alle ore 11.00 presso il Centro Direzionale di Napoli – Giunta della Regione Campania, ufficio Assessorato alla Formazione e alle Pari Opportunità – isola A6, III piano, l’Assessore alla Formazione e alle Pari Opportunità, Chiara Marciani ed il Presidente della VI Commissione del Consiglio Regionale (istruzione e cultura, ricerca scientifica, politiche sociali) Tommaso Amabile (PD) terranno una conferenza stampa su bullismo e cyberbullismo.

Dopo mesi di intenso e proficuo lavoro oggi è stato approvato all’unanimità dalla VI Commissione il testo unificato “Disposizioni per la prevenzione ed il contrasto dei fenomeni del bullismo e del cyberbullismo nella Regione Campania”, licenziato nella seduta del 9 febbraio 2017 dalla sottocommissione “Bullismo e Cyberbullismo” composta da Maria Ricchiuti (UDC), Luigi Cirillo (M5S), Carmine De Pascale (De Luca Presidente), Alberigo Gambino (FdI), Carlo lannace (De Luca Presidente) e coadiuvata dall’assessore Marciani.

Nell’ordinamento giuridico italiano manca un inquadramento normativo specifico in materia. In attesa dell’approvazione del disegno di legge “Disposizioni a tutela dei minori per la prevenzione e il contrasto del fenomeno del cyberbullismo” in discussione alla Camera, la Regione Campania mostra grande attenzione a temi di attualità attraverso la programmazione di azioni mirate di prevenzione e contrasto al fenomeno.

Il testo, che dovrà ricevere l’approvazione definitiva in Aula, nasce dall’unificazione di tre proposte di legge ed è segno del lavoro di collaborazione tra tutte le forze politiche.

Il disegno di legge, composto da 10 articoli, definisce i destinatari, enuncia le definizioni di bullismo e cyberbullismo e specifica gli interventi diretti al rispetto della dignità individuale, alla valorizzazione delle diversità ed al contrasto di tutte le discriminazioni. Si pongono in essere, a livello regionale e con il coinvolgimento delle istituzioni pubbliche e private del territorio, iniziative destinate non solo ai soggetti coinvolti in atti di bullismo tradizionale e di cyberbullismo, ma anche al personale scolastico, educatori ed operatori presso centri di aggregazione giovanile. Risulta particolarmente innovativo il richiamo alla promozione della “per education” (educazione fra pari) sensibilizzando in particolare ad una “cultura della cittadinanza digitale consapevole” ossia comprensione critica dell’utilizzo degli strumenti informatici e della rete. Il provvedimento stabilisce anche la “Settimana regionale contro il bullismo ed il cyberbullismo”, che include il 7 febbraio, giornata nazionale dedicata al tema, ed instituisce il Comitato regionale per la lotta al fenomeno presso l’Assessorato regionale competente. Saranno destinati 200.000,00 euro per l’istituzione del “Fondo per la prevenzione ed il contrasto al fenomeno del bullismo e del cyberbullismo” nell’ambito della Missione 06 (Politiche giovanili, sport e tempo libero), Programma 02 (Giovani).


Share the joy
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •